Pubblicato da: sergiolapenna | 1 dicembre 2008

LAPENNA (FI-PDL) SU ELEZIONI COMITATI DI QUARTIERE A POTENZA

“Nello scorso fine settimana i cittadini di Potenza sono stati chiamati a rinnovare i 21 comitati di quartiere, un appuntamento importante per l’espressione della democrazia, in quanto la nuova Amministrazione cittadina, che si insedierà nel prossimo anno, potrà trovare interlocutori legittimati proprio dal voto popolare dei cittadini, che saranno i portavoce delle esigenze e delle peculiarità dei singoli quartieri potentini”. È quanto dichiarato dal consigliere regionale di Forza Italia verso il Pdl, Sergio Lapenna.
“Purtroppo – aggiunge Lapenna – non tutta la città ha risposto positivamente alla consultazione elettorale, visto che in alcuni dei maggiori quartieri non è stato raggiunto il quorum necessario per la elezione del comitato, segno del malcontento di una parte dei cittadini, ma è emerso comunque un dato importante. Infatti – sottolinea il consigliere – la lista ‘Potenza delle Libertà’ insieme con altre liste ha ottenuto un buon risultato segno dell’impegno civico profuso dai propri rappresentanti a favore della nostra città. I rappresentanti dei comitati di quartiere – sostiene Lapenna – hanno delle prerogative molto importanti quali il diritto ad essere preventivamente informati sugli atti a valenza generale attinenti la formazione dei Bilanci comunali di previsione e consuntivo, la pianificazione urbanistica e della rete commerciale, la gestione dei servizi pubblici, erogati sia direttamente che in regime di concessione. Ciò significa maggiore coinvolgimento dei cittadini, contrariamente a quanto è accaduto fino ad oggi, con i cittadini che, spesso, hanno subito passivamente le decisioni dell’Amministrazione comunale. Nel centro storico, ma anche in altre zone della città, la consultazione popolare ha evidenziato il desiderio della città di cambiare rotta”.

“Troppe volte – afferma Lapenna – importanti decisioni per l’assetto della città sono state assunte dall’alto, con scarsa condivisione della popolazione interessata. Il saccheggio urbanistico della città e la realizzazione di opere incluse nei cosiddetti piani di riqualificazione urbana, che spesso hanno finito per imbruttire la città, sono solo alcuni degli esempi di malgoverno che i cittadini non intendono ulteriormente tollerare. L’associazione “Potenza delle libertà”, presente con proprie liste nei vari comitati di quartiere, ha fatto appello a tutti i potentini che hanno intenzione di dare un proprio contributo a migliorare la qualità della vita, poiché i propri rappresentanti si sono impegnati a creare da subito ‘un raccordo forte tra la base elettorale e gli amministratori affinché la dignità dei potentini venga rispettata come ogni moderna democrazia prevede’. Proprio per questo – conclude Lapenna – è auspicabile, anche in base al risultato raggiunto, poter creare una alleanza elettorale e politica anche con alcune liste civiche per poter dare un nuovo volto alla città di Potenza nel 2009”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: