Pubblicato da: sergiolapenna | 20 novembre 2009

20 novembre 2009: INTERROGAZIONE SU APPALTO ESTERNO SERVIZIO DI RADIOTERAPIA

Il consigliere regionale del gruppo di Forza Italia verso il Pdl, Sergio Lapenna, ha presentato un’interrogazione urgente all’Assessore alla Salute, Sicurezza e Solidarietà Sociale, Antonio Potenza, in merito ad un Bando di gara mediante procedura ristretta, pubblicato dall’Azienda Ospedaliera regionale “S. Carlo” di Potenza, per la fornitura in service di un sistema completo per la radioterapia che va dalla costruzione di un bunker fino alla erogazione delle prestazioni. Il Bando, con un importo di appalto di circa 9 milioni di euro – dichiara Lapenna – prevede che la ditta appaltatrice dovrà fornire anche tutto il personale tecnico-sanitario. Tale decisione – continua Lapenna- è stata assunta su indicazione del Dipartimento di Sanità, ma la scelta di optare per l’affidamento ad una ditta esterna non mi sembra adeguata vista la delicatezza del servizio e le norme di sicurezza che sono indispensabili per l’espletamento della radioterapia. Infatti, la sicurezza non può che essere garantita che dal personale adeguatamente formato e interno alla struttura, piuttosto che da una azienda privata che risponde alle logiche del profitto. Inoltre, negli atti aziendali approvati dalle aziende sanitarie – precisa Lapenna – è emersa la chiara volontà di creare una rete territoriale interaziendale di radioterapia oncologica, nell’ottica di una soluzione gestionale, operativa ed innovativa avanzata. La rete comprende l’unità complessa presso l’IRCCS di Rionero, con funzioni di centro di riferimento e coordinamento, una Struttura semplice in corso di istituzione presso il San Carlo di Potenza e due siti operativi satelliti da ubicare rispettivamente presso il Presidio ospedaliero di Matera e quello di Lagonegro, al fine di garantire la copertura di tutto il territorio regionale . Nella rete interaziendale i criteri per l’indicazione al trattamento radioterapico, da effettuarsi presso le aziende della rete, dovranno essere definiti secondo linee guida e raccomandazioni di best practice, basate sull’evidenza scientifica e condivise con i medici coinvolti nel percorso assistenziale. Ma – a parere di Lapenna – affidando il servizio di radioterapia ad una ditta esterna la quale fornisce anche il personale, non si potrà usufruire della possibilità di avere sempre personale esperto, aggiornato e formato attraverso la condivisione tecnico-scientifica con l’IRCCS di Rionero. Pertanto, il consigliere ha inteso interrogare l’assessore al ramo per conoscere quali sono i motivi per cui si è ritenuto opportuno ricorrere ad un appalto esterno per la fornitura in service di un sistema completo per la radioterapia, piuttosto che prevedere la gestione di un servizio così complesso e delicato all’interno delle strutture ricomprese nell’ambito della rete di radioterapia oncologica regionale, con la supervisione dell’IRCCS di Rionero.
Potenza, 20/11/09

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: