Pubblicato da: sergiolapenna | 23 novembre 2009

23 Novembre 2009 LAPENNA(FI-PDL):SITUAZIONE CONTABILE ARDSU AL LIMITE DEL COLLASSO

Il consigliere regionale del gruppo di Forza Italia verso il Pdl, Sergio Lapenna unitamente al capogruppo del Pdl al Comune di Potenza e consigliere del Comitato paritetico di amministrazione dell’Ardsu, Fernando Picerno, denunciano una situazione contabile gestionale dell’Ente al limite del collasso. I problemi principali dell’Ardsu, Agenzia Regionale per il Diritto allo Studio – dichiara Lapenna – sono legati a quella politica di rigore che la Regione ha adottato negli ultimi anni che non ha consentito l’adeguamento degli stanziamenti in base al crescente numero di iscritti. Attualmente l’Ardsu – aggiunge Lapenna – ha tre principali problemi. Il primo è la carenza di organico poiché vi sono solo 7 dipendenti di cui due su Matera. Il secondo riguarda il sistematico ritardo con cui la Regione trasferisce i fondi di spettanza, tant’è che gli ultimi contributi stanziati nella legge finanziaria del 2009, pari a 2 milioni e 200 mila euro, come spese di funzionamento dell’Ente stesso, che tra l’altro sono sempre gli stessi dal 2005, quando l’Unibas non aveva il numero di studenti attuale, sono stati assegnati solo 500 mila euro ma, di fatto, non ancora trasferiti all’Ente. Infine, il terzo problema, riguarda la riduzione dei servizi in base alle risorse risicate. Inoltre – ricordano Lapenna e Picerno – gli studenti iscritti all’Unibas, pagano una tassa regionale di circa 98 euro che dovrebbe essere destinata proprio agli studenti, sotto forma di borse di studio e di servizi, poiché si tratta di fondi vincolati, ma non si comprende perché questo trasferimento di risorse non viene fatto in maniera automatica. L’Ardsu dovrebbe rappresentare lo strumento operativo della Regione per il sostegno allo studio universitario, ma da alcuni anni si registra un assoluto disinteresse da parte della Regione circa i problemi contabili, gestionali e finanziari dell’Ente che ha comportato il mancato adeguamento dei fondi in base al numero degli iscritti-utenti e la conseguente riduzione dei servizi agli studenti. Negli ultimi bilanci – sottolineano gli esponenti del Pdl- si continua ad autorizzare l’esercizio provvisorio che potrebbe portare un forte squilibrio dell’Ente stesso, poiché i tagli apportati non tengono conto della spesa storica che potrebbe comportare un disavanzo o un dissesto dell’Ente. È urgente – conclude Lapenna – un intervento del Presidente De Filippo per chiarire una situazione talmente grave, in cui si rischia il tracollo finanziario, poiché l’Ardsu non è più capace di pagare i propri fornitori di conseguenza tutti i servizi verranno sistematicamente ridotti o eliminati entro la fine dell’anno.
Potenza, 23/11/2009

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: