Pubblicato da: sergiolapenna | 26 novembre 2009

LAPENNA (FI): SU CELEBRAZIONE TRENTESIMA GIORNATA NAZIONALE PER LA VITA.

In occasione della Trentesima Giornata Nazionale per la Vita celebrata nella giornata di ieri il vicepresidente della IV commissione consiliare permanente, Segio Lapenna,  intende ancora una volta  esprimere pieno sostegno a tutte le iniziative  politiche,  alle azioni e alle associazioni che ormai da trent’anni, continuano a promuovere e perseguire per rendere effettivo il diritto alla vita. La Giornata per la vita – afferma Lapenna-  nata all’indomani dell’approvazione della legge 194 sull’aborto è giunta alla trentesima edizione, attraverso l’impegno del  Movimento per la vita che, con profondo rispetto di un evento ecclesiale, ha proposto in tutta Italia iniziative di riflessione e sensibilizzazione sul tema scelto per questa particolare  giornata.

Nella mia attività istituzionale – dichiara Lapenna- unitamente al partito di Forza Italia-   ho sempre  dato centralità al ruolo della famiglia che permane unico luogo privilegiato di accoglienza e di servizio alla vita quindi va sostenuta con una serie di interventi adeguati, sia nell’offerta di efficienti servizi di supporto,  sia per armonizzare la famiglia stessa con i tempi lavorativi.
 
Lapenna condivide, inoltre,  il messaggio divulgato dai Vescovi in occasione della  30° Giornata per la vita , in cui hanno sottolineato che “ la civiltà di un popolo si misura dalla sua capacità di servire la vita, molto dovremmo riflettere anche rispetto alla cura che diamo alla nostra vita, specie quando diventa scomoda o dolorosa”.

 
Le celebrazioni di questa speciale giornata – sottolinea Lapenna – rappresentano l’occasione per ringraziare i Centri Aiuto alla Vita, le tante associazioni, i parroci, le istituzioni locali e tutti i volontari che si  prodigano a servizio della vita”.

La vita – conclude Lapenna riportando il messaggio di Papa   Ratzinger – “deve essere tutelata e servita sempre , ancora più quando essa è fragile e bisognosa di attenzioni e cure, sia prima della nascita che nella sua fase terminale. Ognuno, secondo le proprie possibilità, professionalità e competenze – ha ribadito il Papa – si senta sempre spinto ad amare e servire la vita, dal suo inizio al suo naturale tramonto”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: