Pubblicato da: sergiolapenna | 1 dicembre 2009

11 Febbraio 2009 – LAPENNA:BILANCI ENTI SUB REGIONALI APPROVATI IN TEMPI RECORD

(ACR) – “La politica del centro sinistra, se da un lato si caratterizza per una totale mancanza di tempestività in merito all’approvazione di provvedimenti fondamentali come il disegno di legge sulla competitività, giacente già dall’estate scorsa, dall’altro stupisce per la repentina approvazione di altri provvedimenti ugualmente importanti”. È quanto dichiara il consigliere regionale Sergio Lapenna (Fi-Pdl).

“Infatti – afferma il consigliere – nella seduta del Consiglio regionale di ieri si è ampiamente discusso, per l’intero pomeriggio, del disegno di legge sulla competitività, per la verità un progetto scarno e poco rispondente alla reale crisi economica, ma che rappresenta pur sempre un inizio, tant’è che il centro destra ha deciso, con grande responsabilità, per un voto di astensione. Ma quello che stupisce – commenta Lapenna – è che a margine della seduta, ossia intorno alle 21.30, il Consiglio in pochi minuti ha deciso di approvare il Bilancio degli Enti sub regionali, licenziando repentinamente i bilanci, tanto per citarne alcuni, dell’Ater di Potenza e Matera, dell’Arpab, dell’Apt e dell’Alsia. Il tutto senza che si sia aperta una discussione ed un dibattito in merito a tali provvedimenti, ma solo attraverso una ratifica degli atti già licenziati nelle Commissioni competenti”.

“Il bilancio – ricorda Lapenna – è un documento contabile di previsione fondamentale che rispecchia le scelte della finanza pubblica relative ai bisogni della collettività, è uno strumento di programmazione che permette di valutare gli effetti dell’attività finanziaria sui vari aspetti della vita economico – sociale, quindi orienta gli interventi di politica economica verso gli obiettivi desiderati. Non è possibile – a parere di Lapenna – che provvedimenti di questo tipo vengano approvati nel giro di pochi minuti, riducendosi ad una semplice ratifica dell’atto stesso, svilendo in tal modo il ruolo dell’Assise regionale e dei rappresentanti della minoranza. Se il cambio di passo, annunciato più volte dal centro sinistra, nel corso dell’alternarsi delle varie giunte De Filippo, significa agire con estrema superficialità ed approssimazione, senza il rispetto delle garanzie e delle prerogative consiliari, tra le quali l’attività di controllo che il Consiglio esercita in merito alla approvazione dei Bilanci – conclude Lapenna – bisogna prendere atto che c’è la volontà più o meno palese di ridurre l’attività consiliare ad una mera ratifica degli atti, in virtù del fatto che la maggioranza dispone dei numeri sufficienti per l’approvazione”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: