Pubblicato da: sergiolapenna | 1 dicembre 2009

12 Febbraio 2009 – INTERROGAZIONE LAPENNA SU CENTRO SERVIZI VOLONTARIATO

  (ACR) – Il consigliere regionale di Forza Italia verso il Pdl, Sergio Lapenna, ha presentato un’interrogazione al Presidente della Giunta regionale e all’Assessore alla ‘Salute, Sicurezza e Solidarietà sociale, Servizi alla persona e alla comunità’, per sapere “di quali strumenti il Governo regionale si avvale per vigilare in merito all’utilizzo delle risorse pubbliche e alle attività degli organismi previsti dalla legislazione nazionale e regionale che svolgono funzioni di promozione e di sviluppo dell’associazionismo e se si ritenga, altresì, necessario promuovere, attraverso gli strumenti e nei modi che si riterranno più opportuni, le condizioni per la costituzione nella regione di altri Centri di servizio al volontariato”.

“La regione Basilicata ha emanato la legge regionale n. 1 del 2000 per promuovere e sostenere il volontariato. Attualmente, diversi sono gli organismi previsti dalla legislazione nazionale e regionale che svolgono funzioni di promozione e di sviluppo delle attività di volontariato nella regione”. E’ quanto sostenuto in premessa da Lapenna, il quale ricorda che “la legge quadro sul volontariato ha istituito il Centro di Servizio al Volontariato Basilicata (CSV Basilicata), quale struttura operativa per sostenere e valorizzare l’azione sociale del volontariato, promuovere lo sviluppo della cultura della solidarietà, fornire gratuitamente prestazioni alle organizzazioni di volontariato iscritte e non iscritte nel registro regionale delle associazioni di volontariato”.

“Dato che agli organismi – sottolinea Lapenna – vengono assegnati finanziamenti pubblici, sia nazionali che regionali, per realizzare programmi e attività diretti a sostenere e qualificare l’attività di volontariato è necessario che la Regione vigili sull’utilizzo dei fondi e sulle attività messe in campo per sostenere e favorire lo sviluppo dell’associazionismo regionale. Allo stato attuale, in Basilicata, esiste un solo Centro regionale di servizio al volontariato, per cui è necessario promuovere le condizioni affinché possano costituirsi altri Centri di servizio in grado di offrire alle tante associazioni di volontariato presenti sul territorio regionale maggiori e sempre più qualificati servizi di consulenza, assistenza, informazione e formazione, in virtù, anche, della diversificazione delle attività del volontariato”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: