Pubblicato da: sergiolapenna | 10 febbraio 2010

LAPENNA SU RINVIO IN COMMISSIONE DEL PIANO SCOLASTICO

 Il consigliere regionale del gruppo di Fi verso il Pdl, Sergio Lapenna esprime viva soddisfazione per la decisione del Consiglio regionale di rinviare all’esame delle Commissioni per ulteriori approfondimenti il “Piano di Dimensionamento delle istituzioni scolastiche della Regione Basilicata per l’anno scolastico 2010-2011.

Il provvedimento – afferma Lapenna – aveva già avuto il parere contrario in IV Commissione in quanto il mondo della scuola e le istituzioni audite nel corso delle sedute avevano espresso una forte preoccupazione, non tanto per la soppressione dei plessi ed il conseguente accorpamento delle Direzioni scolastiche, quanto piuttosto avevano sollevato una serie di problematiche della scuola che vanno affrontate con maggiore attenzione.

Il nuovo Piano apportava solo alcune modifiche rispetto a quello precedente, ma la gran parte di esse riguardavano proprio la città di Potenza che definiva una nuova mappa dei punti di erogazione scolastica, non da tutti condivisibile. Ebbene – aggiunge Lapenna – con il rinvio in Commissione, la questione verrà affrontata con la prossima legislatura e con i necessari approfondimenti. E’ utile, infatti, per affrontare il tema nella sua totale ampiezza e complessità, avviare una fase di concertazione con le parti al fine di predisporre un Piano che possa rispettare, nel tutelare l’interesse di tutti, l’orografia e le peculiarità del nostro territorio e, al contempo, assicurare il principio fondamentale del diritto allo studio.

Il consigliere regionale del gruppo di Fi verso il Pdl, Sergio Lapenna esprime viva soddisfazione per la decisione del Consiglio regionale di rinviare all’esame delle Commissioni per ulteriori approfondimenti il “Piano di Dimensionamento delle istituzioni scolastiche della Regione Basilicata per l’anno scolastico 2010-2011.

Il provvedimento – afferma Lapenna – aveva già avuto il parere contrario in IV Commissione in quanto il mondo della scuola e le istituzioni audite nel corso delle sedute avevano espresso una forte preoccupazione, non tanto per la soppressione dei plessi ed il conseguente accorpamento delle Direzioni scolastiche, quanto piuttosto avevano sollevato una serie di problematiche della scuola che vanno affrontate con maggiore attenzione.

Il nuovo Piano apportava solo alcune modifiche rispetto a quello precedente, ma la gran parte di esse riguardavano proprio la città di Potenza che definiva una nuova mappa dei punti di erogazione scolastica, non da tutti condivisibile. Ebbene – aggiunge Lapenna – con il rinvio in Commissione, la questione verrà affrontata con la prossima legislatura e con i necessari approfondimenti. E’ utile, infatti, per affrontare il tema nella sua totale ampiezza e complessità, avviare una fase di concertazione con le parti al fine di predisporre un Piano che possa rispettare, nel tutelare l’interesse di tutti, l’orografia e le peculiarità del nostro territorio e, al contempo, assicurare il principio fondamentale del diritto allo studio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: