Pubblicato da: sergiolapenna | 20 dicembre 2010

LAPENNA (PPS): SU LEGGE FINANZIARIA REGIONALE

Anche quest’anno il Consiglio Regionale di Basilicata si appresta ad approvare la legge finanziaria che, come avviene ormai nell’ultimo decennio propone una manovra ingessata, con poche innovazioni e molti tagli, contribuendo ad contenere ancora di più lo sviluppo dell’economia lucana. È quanto dichiara il segretario regionale dei Popolari per il Sud, Sergio Lapenna. Qualche giorno fa, in una nota dei segretari dei partiti del centro sinistra, gli stessi hanno parlato apertamente della situazione lucana, in pratica- precisa Lapenna- hanno criticato il proprio operato visto che la regione è amministrata storicamente dai loro partiti, attribuendo tutte le colpe ai recenti tagli del Governo che penalizzano il Mezzogiorno e non offrono nessuna risposta alle esigenze di sviluppo, prevedendo la necessità di una riflessione approfondita in Basilicata sulle strategie innovative da elaborare per porre al centro l’occupazione, la lotta alla precarietà, la crescita della società della conoscenza, lo sviluppo qualitativo dei settori produttivi lucani. Ebbene – sottolinea Lapenna – queste tematiche, da sempre, sono state portate avanti dai partiti dell’opposizione, ma le richieste sono rimaste inascoltate.. Non si può imputare il dramma della situazione lucana solo ai tagli imposti alle Regioni e agli Enti locali poiché la crisi in Basilicata è strutturale , ulteriormente aggravata dal crollo dell’economia internazionale. A parere di Lapenna hanno contribuito al fallimento una totale assenza di pianificazione e strategie di sviluppo più consone alla realtà socio-economica del nostro territorio. Ma nonostante gli evidenti segnali, negli ultimi anni, non si è intervenuti in alcun modo, neanche per operare quanto meno i necessari tagli di sprechi e di inefficienze, abbondantemente presenti nel sistema regionale. Unica novità della finanziaria che, per la verità rappresenta l’ennesimo fallimento della politica del centro sinistra fondata elusivamente su annunci e spot elettorali, riguarda l’inserimento di due norme per il superamento delle comunità locali e dell’Aato Due riforme, per la verità, approvate con leggi regionali già datate, annunciate con grande clamore, ma mai entrate a regime, finchè il governo nazionale, con una serie di previsioni legislative ha inteso superare questi enti.
La politica di centro sinistra – conclude Lapenna – viste le enormi difficoltà dei lucani, si dimostra incapace di amministrare il nostro territorio, ma rimane arroccata sulle proprie posizioni, senza spunti di novità e di strategie di sviluppo per iniziare ad avviare quanto meno il superamento della fase critica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: