Pubblicato da: sergiolapenna | 17 maggio 2011

UDEUR PPS- COMMENTO ELEZIONI AMMNISTRATIVE

 

 

Gli esponenti di Udeur- Popolari per il Sud di Basilicata esprimono soddisfazione per il risultato elettorale ottenuto alle ultime competizioni amministrative che ha visto una prima consacrazione del nuovo partito. È quanto dichiarano Sergio Lapenna, segretario regionale, unitamente a Carmine Grande, segretario provinciale del partito. Il Comune di Melfi – hanno proseguito i due esponenti politici – ha espresso un consenso attorno alla figura del candidato sindaco, Donato Canzoniero che, unitamente al Segretario di sezione di Melfi, Alessandro Guerrieri, hanno combattuto e portato avanti idee e valori che sono il frutto di un nuovo modo di fare politica, dove le promesse e la gestione clientelare sono l’antitesi dei valori dei Popolari per il Sud, che hanno come minimo comune denominatore quello di essere protagonisti all’interno di una Basilicata libera dalla cappa del potere di chi ci governa. Il partito in queste elezioni – affermano Lapenna e Grande – sta iniziando una fase di costruzione con l’orgoglio di poter partecipare a questa nuova avventura politica richiamandosi ai valori della moderazione e della libertà. Purtroppo – hanno continuato i due esponenti politici- in Basilicata si è assistito al tracollo politico del Popolo della Libertà che ha portato l’intero centro destra lucano a naufragare ancora una volta per il ripetersi degli stessi errori, ossia la cattiva gestione del partito e l’assoluta mancanza di una proposta politica alternativa. Il PdL in Basilicata – affermano Lapenna e Grande – ricomincia da “tre”, in quanto nei Comuni maggiori dove si è votato, il PdL è arrivato addirittura terzo, vedi a Melfi e Lauria e, da ultimo, nel comune di Pisticci, è addirittura scomparso dalla scena politica. Occorre ripensare ad un nuovo centro destra in Basilicata – concludono i due esponenti politici – dove la regia non può più essere affidata a personaggi inconcludenti e che non hanno consenso politico, ma l’aggregazione politica deve ripartire dalla presenza dei dirigenti politici sul territorio, differenziandosi in maniera netta e radicale dal centro sinistra lucano, individuando nuovi temi per unire tanti cittadini lucani scontenti dalla gestione della cosa pubblica in Lucania. Se poi, qualcuno, sarà ancora capace all’interno del PdL di voler giustificare questa ennesima sconfitta elettorale non ci resta che dichiarare che nell’unico comune dove il PdL ha vinto, cioè Francavilla in Sinni, la vittoria è il frutto probabilmente di una postilla, ahimè non scritta, del cosiddetto Vademecum, sottoscritto recentemente dal presidente De Filippo e dal sottosegretario Viceconte.

Potenza, 17/05/2011

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: