Pubblicato da: sergiolapenna | 21 settembre 2011

LAPENNA (UDEUR-PPS) : SU INCENERITORE FENICE

In merito alla vicenda del mancato monitoraggio del sito industriale dell’inceneritore Fenice, è iniziato il solito rimpallo di responsabilità, di silenzi e di omissioni tipiche del modo di governare del centro sinistra, dove nonostante l’esistenza di Enti come l’Arpab, creati appositamente per il controllo ambientale e  direttori vari lautamente pagati, di fronte a dati a dir poco allarmanti, tutti si professano ignari delle circostanze.  È quanto dichiara il segretario regionale di Udeur- Popolari per il Sud, Sergio Lapenna. Oggi – afferma Lapenna- si viene a conoscenza, con grande stupore da parte delle massime Istituzioni della Basilicata che, per quasi 10 anni,  l’impianto rilasciava sostanze tossiche e altamente inquinanti  senza che si effettuasse alcun  controllo, ossia in assoluta assenza di un monitoraggio da parte degli  Enti preposti o, peggio ancora, si tenevano  nascosti i dati  in qualche  cassetto. L’ipocrisia è imperante in una regione che si professa fortemente ambientalista, dove però, ogni giorno scopriamo che invece l’inquinamento proviene da più parti, poiché il nostro è diventato un territorio di conquista  spregiudicata da parte di imprese che fanno profitto a scapito dell’ambiente e, di conseguenza, della salute dei cittadini e  le amministrazioni pubbliche,  invece di operare  nella massima trasparenza a  servizio del territorio e dei cittadini, ritengono che le politiche ambientali e la legislazione in materia rappresentino  un limite allo sviluppo.  I danni ambientali prodotti dalla mancanza di controlli stanno emergendo in tutta la loro drammaticità, infliggendo un ennesimo colpo alla credibilità della politica,  poichè  si scoprono nuove fonti  inquinanti che deturpando un territorio meraviglioso come quello lucano. Auspico – conclude Lapenna – che la vicenda venga chiarita in tempi brevi con l’individuazione delle relative responsabilità  ma, soprattutto, mi auguro che ci sia un’inversione in questo modo di fare politica sempre più lontana dalla gente, ma arroccata per difendere le proprie postazioni di potere, ormai non più difendibili.

Potenza, 21/09/20

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: